Passa ai contenuti principali

Post

"La parabola del seminatore" Octavia E. Butler SUR

  "La parabola del seminatore" Octavia E. Butler SUR "Il Destino del Seme della Terra è mettere radici tra le stelle." " La parabola del seminatore", pubblicato da SUR grazie alla traduzione di Martina Testa, è un libro profetico. Se evidenti sono le influenze distopiche, la narrazione esplora la crisi climatica e la devastazione del pianeta. Lo fa con enfasi creando scorci che sembrano fantasiosi. Scritto sotto forma di diario, il testo risulta molto credibile anche nelle descrizioni futuriste. La voce della protagonista, Lauren, è quella di una ragazzina che osserva, indaga e raccoglie i suoi pensieri. In un crescendo il romanzo è un viaggio di conoscenza e di consapevolezza. In questo percorso interiore travagliato si sviluppa il desiderio di trovare una soluzione. Dà vita ad una nuova forma di religione, "Il seme della vita". Di fatto è la metafora della partecipazione attiva del singolo. Tra riflessioni, aforismi e descrizioni Octavia E. But
Post recenti

"Tanta gente, Mariana" Maria Judite de Carvalho Sellerio Editore

  "Tanta gente, Mariana" Maria Judite de Carvalho Sellerio Editore  "A volte mi fa paura questa solitudine che è la più grande che abbia mai provato, immensa. Dovunque mi giri, trovo solo me stessa. Ma mi sono già vista abbastanza e mi accorgo che non ho più niente da dirmi. Più niente." La poetica della solitudine e del disamore. Il coraggio di mettersi a nudo mostrando cocci e rottami. La parola come unica espressione di qualcosa che va oltre il dolore. Sconfina nel non senso, nel vuoto che piano piano riempie ogni spazio vitale. Una scrittura cruda e spietata, intransigente, fulminea. "Tanta gente, Mariana" fu pubblicato in Portogallo nel 1959, durante la dittatura di Salazar. La raccolta di racconti, pubblicata da Sellerio Editore grazie alla traduzione di Vincenzo Barca, sperimenta un'introspezione che non concede pietà per sé stessi. Ogni storia brucia e dilania ma al contempo offre l'occasione per riflettere sul proprio Io e sugli altri, sui

"Leggere pericolosamente" Azar Nafisi Adelphi Editore

  "Leggere pericolosamente" Azar Nafisi Adelphi Editore  "Libri e storie sono sempre stati i miei talismani, la mia «casa portatile», l’unica su cui fare affidamento, che non mi avrebbe mai tradita, l’unica da cui nessuno mi avrebbe mai sloggiata.  Leggere e scrivere mi hanno protetta nei momenti peggiori della vita, nella solitudine, nel terrore, nel dubbio e nell’angoscia.  E mi hanno anche fornito occhi nuovi con cui guardare il mio paese di nascita e quello d’adozione." "Leggere pericolosamente", pubblicato da Adelphi Editore grazie alla traduzione di Anna Rusconi, insegna a trarre dai libri la forza per sentirsi liberi. A comprendere le strategie politiche, a leggere l'attualità con spirito critico, ad alimentare il dubbio, a "conoscere il nemico." Le lettere scritte a Baba Jan che in persiano significa "carissimo papà" sono riflessioni profonde inspirate dalla grande Letteratura. Abbiamo il desiderio di rileggere gli autori pr

"Con gli occhi rivolti al cielo" Zora Neale Hurston La Tartaruga

  "Con gli occhi rivolti al cielo" Zora Neale Hurston La Tartaruga  "Janie vedeva la propria vita come un enorme albero frondoso di sofferenze, piaceri, cose compiute e incompiute. Tra i rami stavano l’alba e il tramonto." Pubblicato nel 1937, torna in libreria, grazie a "La Tartaruga e alla traduttrice Adriana Bottini, "Con gli occhi rivolti al cielo". Ambientato negli anni Trenta in Florida narra la turbolenta esistenza di Janie Stark. La violenza del primo marito, le umiliazioni subite dal secondo compagno sono tasselli di una cultura dove " la donna nera è il mulo del mondo ." L'attualità del romanzo lascia sbigottiti e nella ribellione della protagonista è inscritto il cuore pulsante di un necessario cambiamento che deve partire dalle donne, dalla loro determinazione, dal loro coraggio. Zora Neale Hurston sarà la nostra stella, la guida che ci condurrà verso quella libertà interiore che niente e nessuno potrà intaccare. Vivida e pal

"Le lupe" Boileau - Narcejac Adelphi Editore

  "Le lupe" Boileau - Narcejac Adelphi Editore  " La stringevo di nuovo a me, e lei mi divorava di baci con la candida spudoratezza di una ragazza che non ha mai conosciuto l'amore." Fingersi un altro e reggere la nuova identità. Essere accolti dalle sorelle Hélène e Agnés. Un'atmosfera lugubre carica di sottintesi e una trappola pronta a scattare per Gervais. "Le lupe", pubblicato da Adelphi Editore grazie alla traduzione di Lorenza Di Lella e Francesca Scala, è un romanzo crudo, claustrofobico, ondulatorio. Luoghi, personaggi e atmosfere sono impregnati da un magma indistinto che si rivelerà lentamente. Nessuno è quello che appare nel teatro dell'assurdo orchestrato da Boileau e Narcejac. Segni e voci che ossessionano, rischio di essere sventati. La menzogna copre segreti e una patina buia copre ogni cosa. Non mancano i colpi di scena in un crescendo di tensione e di smarrimento. Che i due autori sappiano descrivere la doppiezza dell'anim

"Il mio sottomarino giallo" Jón Kalman Stefánsson Iperborea

  "Il mio sottomarino giallo" Jón Kalman Stefánsson Iperborea   "Fuggire dal dolore, dal rimpianto, dalle preoccupazioni, dalle responsabilità, dalla banalità del quotidiano, dai tradimenti, dalle tragedie, dalle mani pesanti, dall'ira di Dio." Le contorsioni della mente alla ricerca di ciò che è perduto. La madre, il tempo, la musica, i ricordi, le fantasie, i rimpianti, i silenzi. Placare il dolore della perdita attraverso una scrittura che si nutre di sogni, irrealtà, visioni. Fermare le immagini e rivivere quel momento in cui tutto si è fermato. La figura materna scompare come inghiottita dal nulla e restano le lacrime mai versate del bambino cresciuto in fretta. Interrogarsi sulle congiunzioni di vita e morte, sul ruolo della spiritualità, sulla sacralità della memoria. "Il mio sottomarino giallo", pubblicato da Iperborea grazie alla traduzione di Silvia Cosimini, non è un libro facile o scontato. È autobiografico ma affronta gli snodi esistenzial

La parola ai lettori Grazie a @ChiaraGabellini

  @ChiaraGabellini propone Battiti lenti, pensieri come stelle: la mia estate!  #haiku  #FantasiePoetiche a #CasaLettori